8 Cose sull’ansia che (forse) non sapevi

ansia da prestazione
Quando l’ansia limita il sesso
6 Giugno 2016
impotenza
Stress e impotenza maschile
6 Giugno 2016

8 Cose sull’ansia che (forse) non sapevi

Ansia

Sono tanti gli studi clinici su un fattore come l’ansia, e tanti i risultati ottenuti: sappiamo che l’ansia influisce sull’olfatto, l’equilibrio, la capacità di riconoscere i volti e la percezione dello spazio personale.

L’ansia può essere un’emozione spiacevole, e spesso lo è, ma ha una ragione positiva per esistere.

Ci dice quando siamo in pericolo, e ci dice che dobbiamo fare qualcosa: i nostri antenati ansiosi si preparavano meglio per l’inverno e sopravvivevano più a lungo. Quelli rilassati no.

Gli effetti dell’ansia, purtuttavia, non sono limitati alla motivazione: ecco 8 cose che (forse) non sapevi sull’ansia.

1. L’ansia ‘fa puzzare tutto’ 

Più l’ansia si diffonde, più si è portati ad etichettare come “odori cattivi” gli odori neutri

Il motivo, spiega il Prof. Wen Li, è che

“Nel classico processo di percezione degli odori è coinvolto solo il sistema olfattivo: quando l’ansia aumenta, però, anche il sistema emotivo diventa parte del processo, alterandone i risultati.”

Consolazione? L’ansia migliora anche la capacità di distinguere tra diversi cattivi odori


2. Lo sforzo fisico riduce l’ansia 

In genere un po’ di esercizio abbassa lo stress: bastano 20 minuti e la calma arriva all’istante.

Anche se non riesce a porre completamente rimedio a eventi fortemente traumatici , l’esercizio fisico può essere prescritto al posto delle medicine per ridurre e prevenire la depressione.

3. L’ansia è ‘parentale’ 

Come tante altre cose, anche la forte ansia è un fattore che dipende in parte dal comportamento dei parenti in una famiglia. I ragazzi sono più portati all’ansia quando hanno genitori o parenti molto critici, emozionalmente freddi e con alti livelli di dubbio e sfiducia nei loro confronti


4. L’ansia si abbassa col pensiero laterale 

Uno dei metodi migliori per ridurre l’ansia è pensare in modo diverso alle varie situazioni. Non è un esame, è un gioco a quiz. Non è una presentazione di lavoro, è una chiacchierata tra possibili colleghi.

Molte situazioni possono essere riconsiderate in chiave positiva. Chi è capace a farlo naturalmente soffre molto, molto meno l’ansia.


5. Gli ansiosi saltano subito a conclusioni 

Più le persone sono ansiose, più emettono giudizi con rapidità, spesso basandosi sulla semplice mimica dell’interlocutore.

Uno studio spiega perchè le persone ansiose abbiano problemi nelle loro relazioni a causa di questo difetto.

“Questa piccola anomalia può essere la causa dei grandi conflitti che le persone ansiose vivono nelle loro relazioni. L’ironia della sorte è che queste sono capaci di esprimere giudizi molto più accurati di quelli espressi da persone con meno ansia, ma questa capacità impedisce loro di mettersi in comunicazione empatica con l’interlocutore, minando i rapporti con quest’ultimo. ”


6. L’ansia crea problemi di peso 

E’ noto, i nervi alterano il rapporto col cibo: chi non ha mai sentito parlare di ‘fame nervosa’? Spesso si mangia con frequenza insolita rispetto ad altri soggetti meno ansiosi: quando questo atteggiamento ha inizio fin dall’adolescenza, gli psicologi tendono ad avere un approccio inverso, curando prima lo squilibrio di peso.


7. La meditazione riduce l’ansia 

Oltre che pensiero laterale ed esercizio fisico, gli ansiosi trarranno grande giovamento dalla meditazione. Lo studio Zeidan et al. (2013) rileva come bastino 4 sedute da 20 minuti per ridurre l’ansia fino al 40%.


8. L’ansia altera lo spazio personale 

Abbiamo tutti un invisibile ‘spazio sociale’ intorno: è il ‘tragitto’ che mettiamo tra noi e gli altri. Questa sorta di ‘bolla sociale’ ha un diametro di circa 20-40 cm. In front of the face it’s generally about 20-40cm: tendiamo a considerare ‘invadenti’ le persone che si avvicinano troppo e ‘normali’ quelle che si tengono alla giusta distanza. Per gli ansiosi, questa ‘bolla’ è più grande (Sambo & Iannetti, 2013). Questo significa che tenderanno molto più facilmente a considerarvi invadenti: non scherzate troppo 🙂

Share and Enjoy !

0Shares
0 0