Paura e panico, nel cervello prendono strade diverse
5 Marzo 2016
Si può morire di panico?
5 Marzo 2016

L’efficacia della scrittura nell’alleviare l’ansia

Perchè la scrittura aiuta ad affrontare meglio l’ansia e lo stress?

Due ricercatori hanno verificato l’efficacia antistress della scrittura chiedendo a centinaia di ragazzi di buttare giù le loro preoccupazioni dieci minuti prima dell’esame di maturità. Chi ha seguito il consiglio, soprattutto i più ansiosi, ha ottenuto risultati migliori.
Ma cimentarsi con carta e penna non serve solo a prendere un voto più alto.

«Scrivere di qualcosa che ci è accaduto o che ci tormenta aiuta a dare una nuova collocazione all’evento nella nostra mente», dice Luigi Solano, docente di psicologia alla Sapienza di Roma e autore del libro Scrivere per pensare(Franco Angeli, 2009).

«In questo modo riusciamo a guardare i fatti da un altro punto di vista: in un certo senso disintossichiamo la mente, dando alle cose il giusto peso e la giusta dimensione».

Uno studio della Wilfrid Laurier University nell’Ontario, in Canada, per esempio, ha dimostrato che chi è vittima di ingiustizie al lavoro trova sollievo stilando pensieri ed emozioni sul mobbing.

La rabbia diminuisce, la considerazione di sé aumenta, spiega la ricerca apparsa nel 2009 sul Journal of Applied Psychology. E non è l’unico esempio di scrittura-terapia: la pratica si sta sempre più diffondendo in ambito clinico.

Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0